“COLLATERAL IDENTITY” è il titolo del progetto espositivo che sto curando, una mostra che avrei voluto realizzare da tempo e che finalmente riesco a concretizzare. La tematica che ho scelto è una tematica probabilmente abusata, ma quello dell’identità è un concetto forte, che interessa tutti in prima persona e attraversa diversi campi di studio. Quante volte guardandoci allo specchio ci siamo chiesti: io chi sono?

Identità collaterale sta ad indicare una strada alternativa e parallela alla realtà, più sicura e confortevole, dove ci rifugiamo per essere noi stessi. Oppure, al contrario, è una identità corrotta, non vera, è un’identità collaterale, perché alterata e distorta dagli schemi e idiomi sociali. Un effetto collaterale a tutti gli effetti.

I tre artisti coinvolti (Francesco Cosola, Veronica Liuzzi e Teresa Romano) si approcciano al tema in maniera differente e attraverso espressioni e supporti diversi. Interessante è porre l’accento proprio sulla diversità, che è unicità e in quanto tale, preziosa.